Il trust testamentario – QUESITO

Con il trust si possono allungare i tempi che intercorrono dalla dipartita
del titolare e il conseguimento della laurea del figlio?

Il trust è un istituto che può, ad esempio, anche permettere agli eredi di
un titolare di farmacia, che non hanno maturato i requisiti alla data di
scadenza della gestione provvisoria (rammentiamo che dopo l’entrata in
vigore dell’art. 11 della l. 27/2012 il termine è ridotto sostanzialmente
ad un anno e mezzo), di conferire appunto in trust la farmacia – indicando
come beneficiario il futuro titolare – per tutto il tempo che può rendersi
necessario a quest’ultimo per acquisire i requisiti professionali
soggettivi.

Ma è parimenti consentito, ed è forse il profilo che potrebbe più
interessarLe, il trust testamentario, dato che il titolare della farmacia –
per il caso naturalmente del suo decesso – può disporre direttamente per
testamento anche il conferimento della farmacia in trust, individuando
comunque anche in questa evenienza il trustee, il beneficiario, il
guardiano, cioè tutti gli elementi essenziali dell’istituto, e tenendo
tuttavia in ogni caso ben presente la salvaguardia degli eredi diversi dal
beneficiario, i quali infatti, se legittimari, hanno evidentemente sempre
diritto alla loro quota di legittima sull’intero asse ereditario.

È quindi una vicenda da valutare, ancor più che in altre circostanze, caso
per caso.

(stefano lucidi)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!