Le notifiche di Equitalia tramite PEC

Partirà in via sperimentale nelle regioni Molise, Toscana, Lombardia e
Campania, la notifica a mezzo PEC da parte di Equitalia delle cartelle di
pagamento intestate alle società di capitali e alle società di persone
(quindi anche alle snc e sas titolari di farmacia).

Il Concessionario per la riscossione dei tributi utilizzerà la PEC
risultante dal Registro imprese tenuto dalla Camera di Commercio e farà
fede, ai fini della decorrenza dei termini per l’eventuale impugnativa
della cartella, la data e l’ora indicata nella trasmissione PEC.

Un motivo in più per prestare la massima attenzione e provvedere ad una
verifica sistematica della casella di posta elettronica dedicata alla PEC,
che del resto sarà sempre più utilizzata per le comunicazioni legali.

Non è una raccomandazione superflua perché tuttora riscontriamo qualche
negligenza da parte delle farmacie nel controllo della corrispondenza per e-
mail in arrivo nella casella “ordinaria” di p.e. e bisogna perciò
impegnarsi il più possibile per tentare di cambiare le proprie abitudini,
per quanto possa essere disagevole.

(tullio anastasi)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!