Per le farmacie in difficoltà un aiuto dalla ristrutturazione del debito

Sono numerose le misure di questi ultimi anni per aiutare le imprese (e
quindi anche le farmacie) in difficoltà finanziaria per scongiurarne una
crisi irreversibile o addirittura il fallimento.

Tuttavia le varie disposizioni introdotte (il concordato preventivo di cui
all’art. 160 e segg. della Legge Fallimentare; l’accordo di
ristrutturazione dei debiti di cui all’art. 182-bis L.F.; il piano del
risanamento attestato di cui all’art. 67 L.F.), al di là delle diverse
articolazioni, sono in realtà ispirate allo stesso fine, che è appunto
quello di consentire alle imprese in crisi economico-finanziaria, ma ancora
in grado di generare valore, di uscire dallo stato di “incertezza” e
riprendere la loro attività, e si basano tutte per di più su quella che
viene chiamata in linguaggio tecnico-giuridico ristrutturazione del debito.

In sostanza, il creditore riconosce al debitore concessioni di varia natura
– naturalmente straordinarie, e che non accorderebbe mai ad un’impresa
sana – che possono consistere nella riduzione del capitale da rimborsare o
dell’ammontare degli interessi, ovvero nella modifica della tempistica del
pagamento, o ancora in un mix di tutte o alcune di queste.

I vantaggi, come è intuitivo, sono reciproci: il creditore salva,
quantomeno in parte, il proprio credito, che sarebbe ulteriormente
falcidiato nel fallimento, e l’impresa salva… se stessa, rinvenendo le
risorse economiche e finanziarie per risollevarsi e riprendere la normale
attività.

Quel che è importante, in ogni caso, è addivenire ad accordi del genere il
prima possibile, quando cioè si verte bensì in una situazione di
difficoltà finanziaria che può preludere al fallimento, ma non così grave
da rivelarsi praticamente non reversibile.

In altri termini, gli strumenti ora ci sono, ma è importante usarli presto
e bene.

(stefano
civitareale)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!