Una particolare novità degli studi di settore per il Mod. Unico 2013 –
Redd. 2012

Come noto, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato una bozza del modello
relativo agli studi di settore per l’anno d’imposta 2012, in cui bisognerà
anche indicare il numero delle confezioni dispensate al Servizio Sanitario
Nazionale con riferimento ai prodotti fino a 6 euro di prezzo al pubblico,
da € 6,01 a € 12,00, da € 12,01 a € 22,50, da € 22,51 a € 51,65, e oltre €
51,65.

Il numero delle confezioni erogate va poi suddiviso tra medicinali ed
equivalenti per ogni classe di appartenenza.

La farmacia dovrà quindi prendere contatto con l’“ufficio tariffazione” (o
comunque con il “tariffatore “) per capire dove e come rilevare questi dati
che necessitano evidentemente ai fini della dichiarazione dei redditi e
perciò, in sostanza, serviranno per la prima metà del mese di maggio.

In ogni caso, stiamo provvedendo a trasmettere (unitamente a quello che,
come negli altri anni, dovrà compilare il consulente del lavoro) un
ulteriore specifico prospetto che possa rendere più agevole all’ ”ufficio
tariffazione” la rilevazione di tali elementi.

(Studio Associato)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!