Lo scontrino fiscale per gli apparecchi automatici a disposizione della
clientela – QUESITO

In farmacia detengo alcuni apparecchi automatici a disposizione della
clientela (bilancia pesapersone, automisurazione della pressione,
autoanalisi glicemia e colesterolo, ecc) che funzionano con schede cartacee
preventivamente acquistate alla cassa.
Sono tenuto ad emettere scontrino fiscale quando vendo queste schede?

L’art. 2, comma 1, lettera g) del D.P.R. 696/2006 (sostanzialmente
reiterando la disposizione contenuta nell’art. 1, comma 1, n. 1) del D.M.
21/121992) esonera dall’obbligo di emissione dello scontrino fiscale le
cessioni e le prestazioni effettuate mediante apparecchi automatici,
funzionanti a gettone o a moneta.
Ora, possiamo ragionevolmente ritenere che le schede cartacee acquistabili
in farmacia, e necessarie per il funzionamento di questi apparecchi, siano
assimilabili al gettone previsto dalla disposizione richiamata e che
pertanto la cessione di tali schede al cliente della farmacia non sia
soggetta all’obbligo di emissione dello scontrino fiscale ( sempreché,
naturalmente, il cliente non richieda lo scontrino parlante per poter
beneficiare della detrazione fiscale).
Si badi, però, che l’esonero dall’obbligo di emissione dello scontrino
fiscale per le dette operazioni non comporta anche l’esonero dall’obbligo
di registrazione dei relativi corrispettivi, i quali devono pertanto essere
annotati nell’apposito registro negli stessi termini e con le stesse
modalità riguardanti tutti gli altri corrispettivi “scontrinati” dalla
farmacia.
Conviene dunque battere in ogni caso a fine giornata uno scontrino fiscale
riepilogativo per l’importo risultante dal contatore dell’apparecchio,
corrispondente al numero delle schede utilizzate nel giorno stesso, così da
ricomprendere senza tema di errori o dimenticanze anche questi
corrispettivi nel totale giornaliero incassato e da annotare evidentemente
nel registro dei corrispettivi.

(valerio pulieri)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!