Interessi di mora sulle cartelle di pagamento: definito il nuovo tasso

A partire dal 1° maggio 2013 gli interessi di mora sulle somme iscritte a
ruolo “viaggeranno” al tasso del 5,2233% in luogo dell’ attuale 4,5504%,
che si applicherà fino al 30 aprile p.v.

Si tratta indubbiamente di una inversione di tendenza rispetto al recente
passato, nel quale i tassi di interesse di mora erano sempre diminuiti (dal
1° ottobre 2009 al 1° ottobre 2012 si era infatti passati dal 6,8358% al
4,55004%).

Ricordiamo che, ai sensi dell’art. 30 del D.P.R. 602/73, il tasso viene
determinato annualmente con riguardo alla media dei tassi bancari attivi
rilevati nell’anno precedente dalla Banca d’Italia.

Gli interessi di mora, per intenderci, sono quelli che “scattano” sugli
importi pagati decorsi 60 giorni dalla data di notifica della cartella,
colpiscono le sole somme iscritte a ruolo – non anche, quindi, le sanzioni
pecuniarie tributarie e gli interessi già indicati in cartella – e maturano
dalla data della notifica della cartella fino alla data del pagamento.

Nessuna novità, invece, per quanto riguarda gli interessi legali, che
restano fissati anche per il 2013 al 2,5% su base annua.

(roberto santori)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!