Immobili esclusi da TARSU e TIA

In attesa che la nuova TARES (tassa sui rifiuti e sui servizi), istituita
dal decreto “Salva Italia” (DL 201/2011), sostituisca dal 1 gennaio 2013
la TARSU (ovvero la TIA per quei comuni che l’abbiano istituita),
ricordiamo che attualmente sono sottratti alla TARSU/TIA tutti i locali che
non sono idonei alla produzione di rifiuti e, in generale, quelli in cui la
presenza dell’uomo è soltanto sporadica.

Sono così esclusi dal pagamento i garages destinati alla sosta temporanea o
permanente di autoveicoli o motocicli, come pure tutte le unità immobiliari
prive di mobili, suppellettili e utenze, purché, in questo caso, vi sia una
certificazione che attesti la sussistenza di tali condizioni.

Una vecchia circolare del 1994, tuttavia, ebbe occasione di chiarire che
il contribuente, per aggiudicarsi il diritto all’esclusione, deve indicare
nella dichiarazione la ragione dell’esonero.
(stefano civitareale)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!