Le esenzioni per la farmacia dall’imposta di pubblicità – QUESITO

L’Ufficio tributi del comune in cui è ubicata la farmacia mi contesta il
mancato pagamento dell’imposta di pubblicità sul cartello indicatore
dell’esercizio che e’ installato sulla via perpendicolare, a 500 metri
dalla farmacia. Come devo regolarmi?

Fermo restando che in materia di tributi locali è sempre bene verificare
attentamente i regolamenti comunali, in via del tutto generale può dirsi
che l’art. 17, lett. b), del D.Lgs.vo 507/93 prescrive espressamente che
sono esenti da imposta “gli avvisi … riguardanti la localizzazione e
l’utilizzazione di servizi di pubblica utilità che non superino la
superficie di mezzo metro quadrato”.

Se perciò il cartello indicatore della farmacia rispetta questa misura ci
pare non debba scontare alcuna imposta.

(valerio pulieri)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!