Convertito in legge il decreto milleproroghe.

Con la l. 24/2/2012 n. 14 (in G.U. del 27/12/12) è stato definitivamente
convertito in legge il dl. n. 216 del 2011 (il c.d. milleproroghe), avente
ad oggetto la proroga di termini e disposizioni pendenti alla sua data di
pubblicazione nella G.U. (29/12/2011).

In sede di conversione sono state però introdotte numerose altre novità,
spesso tra loro eterogenee e poco attinenti a una qualunque “proroga”, che
hanno infatti indotto il Presidente della Repubblica a rammentare per
l’ennesima volta – come del resto ha ammonito la stessa Corte
Costituzionale anche nella recentissima sua sentenza n. 22 di quest’anno –
che tali provvedimenti non possono diventare contenitori “omnibus”.

Tra le nuove disposizioni segnaliamo in particolare:

– la proroga al 31/03/2012 del termine di pagamento delle somme dovute per
la definizione delle liti fiscali pendenti al 31/12/2011 (e non più al
01/05/2011); si tratta delle liti di valore inferiore a € 20.000 pendenti
avanti le Commissioni tributarie e alla Corte di Cassazione per le quali è
possibile versare una percentuale della maggiore imposta accertata o della
sanzione irrogata da determinare in funzione del grado di giudizio
raggiunto e dell’esito della causa (sul tema specifico v. Sediva News
dell’08/11/2011);

– la proroga al 31/03/2013 per l’esaurimento dell’attività della
Commissione tributaria centrale con la precisazione che l’estinzione della
controversia ivi pendente, sorta da più di dieci anni e con un esito nei
precedenti due gradi di giudizio a favore integrale del contribuente, si
deve intendere estesa anche all’ipotesi in cui nel primo grado
l’Amministrazione finanziaria sia stata soccombente soltanto parzialmente;

– la proroga al 30/06/2012 dell’operatività del c.d. Sistri relativo alla
tracciabilità dei rifiuti; in particolare, per i “minimi” produttori di
rifiuti (intendendosi tali coloro che hanno meno di dieci dipendenti, e
dunque la gran parte delle farmacie) sarà un apposito decreto del Ministero
dell’Ambiente, da pubblicare tuttavia non prima del 30/06/2012, a
individuare i relativi adempimenti e la loro decorrenza.

Le “proroghe”, e le novità in genere, non sono naturalmente soltanto
queste, perché sono appunto “mille” e interessano tutti i comparti
possibili; su alcuni torneremo comunque in prosieguo.

(stefano lucidi)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!