La nuova imposta sugli immobili esteri nel dl. Monti – QUESITO

Mi pare di aver letto che nel “SalvaItalia” che sia stata prevista
l’estensione della nuova imposta immobiliare anche agli immobili esteri.

È proprio così, perché il provvedimento, a decorrere dal 2011, ha istituito
un’imposta sul valore degli immobili situati all’estero di proprietà di
persone fisiche residenti in Italia.

Il tributo è stabilito nella misura dello 0,76% del valore dell’immobile
rappresentato dal costo sostenuto in sede di acquisto o, in mancanza, dal
suo valore nel “mercato” dello Stato estero in cui esso è situato.

Dall’imposta, tuttavia, si deduce quella di natura patrimoniale
eventualmente pagata in quello Stato stesso.

La dichiarazione deve essere effettuata con il mod. Unico e, per la prima
volta, con il mod. Unico 2012, e quindi gli interessati dovranno aver cura
di reperire per tempo i dati necessari alla loro annotazione nell’apposito
(ed ennesimo…) quadro che verrà creato.

(stefano
lucidi)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!