Ultim’ora: ridotto l’acconto Irpef 2011

Un comunicato stampa del Dipartimento delle finanze del Ministero
dell’Economia ha annunciato l’imminente pubblicazione di un decreto del
Presidente del Consiglio dei Ministri che prevede, tra l’altro, la
riduzione all’82% (rispetto all’ordinario 99%) della misura dell’acconto
complessivamente dovuto per l’Irpef del 2011 (considerando naturalmente il
1° acconto di giugno e questo 2° acconto di novembre).

Si tratta però, come è agevole comprendere, di un semplice “slittamento”
dei 17 punti percentuali di differenza accordati ora in diminuzione, che
infatti dovranno essere versati a saldo dell’imposta dovuta (a giugno 2012)
per l’intero anno 2011.

La riduzione sarà evidentemente applicata proprio su questo secondo acconto
in scadenza il prossimo 30 novembre, ma, attenzione, riguarderà soltanto
l’Irpef, con esclusione perciò dell’Irap e dell’Ires.

Chi avesse già versato le imposte fino al 99% (dunque utilizzando le
percentuali sinora note) ha comunque il diritto di utilizzare la differenza
pagata in eccesso in compensazione con altri tributi dovuti in futuro (come
l’iva, le ritenute d’acconto, ecc.).

Non appena queste novità saranno ufficiali, lo Studio invierà i nuovi mod.
F24 ai singoli interessati.

(Studio
Associato)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!