14/11/11

La rivalutazione parziale di un terreno – QUESITO
Sono proprietario di un terreno agricolo che nel corso del 2010 è diventato
in parte edificabile anche se è ancora inserito in un’unica particella
catastale.
In vista di una probabile futura cessione della parte edificabile, vorrei
approfittare della recente riapertura dei termini per rivalutare solo
questa. E’ consentito?

Nel caso in cui gli strumenti urbanistici prevedano che solo una porzione
di una certa particella catastale risulti edificabile, ci sembra possibile
rivalutare solo quest’ultima parte, anche se bisognerà aver cura – nella
perizia – di precisare con grande attenzione i limiti della parte
edificabile tenendo appunto conto dello strumento urbanistico.
Con questo accorgimento l’accatastamento del terreno in un un’unica
particella catastale non dovrebbe essere di ostacolo alla rivalutazione,
anche se sarebbe opportuno, vista la mutata destinazione di parte del
terreno da agricolo ad edificabile, richiedere l’accatastamento autonomo di
tale ultima porzione e successivamente procedere alla rivalutazione (a
questo punto) senza più alcun problema.
Ricordiamo, infine, che può essere oggetto di rivalutazione anche la
porzione di terreno a destinazione agricola, semprechè naturalmente se ne
ravvisi la convenienza e si abbia in programma di cedere, in un futuro non
remoto, anche questa parte ed essendo il suo attuale valore commerciale
(magari anche per la sua contiguità con la porzione edificabile… ) ben
superiore al suo “costo storico”.
(roberto santori)