Sediva News del 21 ottobre 2011

Via libera della UE al nuovo bonus assunzioni per il mezzogiorno

“Semaforo verde” dalla Commissione Europea per il nuovo credito d’imposta
per le assunzioni nelle regioni del Mezzogiorno.

A renderlo noto è un comunicato diramato lo scorso 6 ottobre dal Ministero
del Lavoro e delle Politiche Sociali. Per il concreto ottenimento del
bonus, però, si dovranno attendere i provvedimenti di attuazione, ma già da
questa settimana – anticipa il comunicato – inizieranno le consultazioni
con le regioni interessate.

Come si ricorderà, l’art. 2 del c.d. decreto “Sviluppo” (d.l. 70/2011
convertito in l.106/2011) prevede l’attribuzione di un nuovo credito
d’imposta – questa volta pari al 50% dei “costi salariali” lordi sostenuti
per il nuovo assunto nei dodici mesi successivi all’assunzione – per i
datori di lavoro che svolgono l’attività nelle regioni Basilicata,
Calabria, Campania, Puglia e Sicilia e in alcune aree della Sardegna,
dell’Abruzzo e del Molise, e che assumeranno a tempo indeterminato entro i
dodici mesi successivi alla data di entrata in vigore del d.l. (14/5/2011)
lavoratori c.d. “svantaggiati” o “molto svantaggiati”.

In caso di assunzione a tempo parziale, il credito si riduce
proporzionalmente alle ore prestate rispetto a quelle previste dal CCNL.

Per le ulteriori condizioni previste per il conseguimento dell’agevolazione
rimandiamo senz’altro alla nostra Sediva News del 12/05/2011.

Non mancheremo, infine, di dar conto delle successive novità e di fornire
le opportune indicazioni per il conseguimento del bonus, soprattutto dopo
l’emanazione delle disposizioni di attuazione.

(Studio Associato)