Sediva News del 17 giugno 2011

Quesiti vari sulla cedolare secca (2)

Opzione soltanto per raccomandata a/r
D. La comunicazione dell’opzione al conduttore può essere inoltrata anche
mediante raccomandata a mano?
R. L’Agenzia delle Entrate non ammette questa possibilità, neppure quando
il secondo originale della “raccomandata a mano” sia sottoscritto per
ricevuta dall’inquilino e restituito al proprietario.
E’ quindi necessaria la raccomandata recapitata tramite il servizio postale
con ricevuta di ritorno.

L’opzione in caso di registrazione tardiva del contratto
D. Nel caso in cui un contratto per il quale si vuole optare per la
cedolare secca sia registrato tardivamente, cosa si rischia?
R. La registrazione tardiva del contratto non determina il venir meno
dell’opzione per la cedolare secca, ma comporta l’applicazione delle
sanzioni appunto per tardiva registrazione, che è pari al 120% dell’imposta
di registro che si sarebbe dovuta pagare in caso di mancato esercizio
dell’opzione.
È però comunque ammesso anche qui l’ormai ben noto ravvedimento operoso,
pagando soltanto il 15% se la registrazione interviene entro l’anno dalla
scadenza del termine naturale.

Locazione a più studenti
D. Ho affittato più porzioni di un appartamento a diversi studenti con
contratti separati. Posso ugualmente optare per la cedolare secca?
R. L’opzione può essere esercitata anche in questi casi con l’avvertenza,
però, che essa deve riguardare i contratti relativi a tutte le porzioni
dell’immobile.
L’opzione, cioè, per il contratto relativo ad una porzione comporta per il
locatore l’obbligo di esercitarla – con il rispetto di tutte le formalità –
anche con riguardo a tutte le altre porzioni, pena, verosimilmente,
l’improduttività di qualsiasi effetto, anche sul piano fiscale,
dell’opzione già ritualmente esercitata.
(Studio Associato)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!