Sediva News del 15 giugno 2011

Diritto annuale cciaa: importante novità dell’ultimora

Con provvedimento pubblicato quasi in coincidenza con la spedizione della
precedente nostra comunicazione relativa al pagamento del diritto annuale
dovuto alla CCIAA (in scadenza il prossimo 6 luglio 2011), il Ministro
dello Sviluppo Economico ha emanato un nuovo decreto con il quale ha
modificato l’ammontare degli importi dovuti a questo titolo dalle imprese
individuali iscritte nella Sezione Ordinaria del Registro delle Imprese.

Per costoro, infatti, il versamento annuale è dovuto per l’anno 2011 nella
misura fissa di Euro 200,00 e quindi non più nell’ammontare derivante
dall’applicazione di percentuali su scaglioni di fatturato dichiarato per
l’anno 2010.

Pertanto, riepilogando, per quest’anno 2011 il diritto annuale va versato:

a) per le imprese individuali iscritte nella Sezione Speciale,
nell’importo fisso di € 88,00;

b) per le imprese individuali iscritte nella Sezione Ordinaria,
nell’importo fisso di € 200,00;

c) per tutte le società (di persone o di capitali), in base a percentuali
calcolate sul fatturato dichiarato per lo scorso anno.

Quanto perciò alle sole farmacie gestite in forma individuale iscritte
nella Sezione Ordinaria, bisogna distinguere: quelle che hanno autorizzato
questo Studio al pagamento on-line, dovranno semplicemente prendere nota
del versamento da parte nostra – alla predetta scadenza del 6/7/2011 – del
diritto appunto nella misura fissa di Euro 200,00 e non dunque percentuale;
quelle, invece, che procedono autonomamente ai versamenti delle imposte,
dovranno copiare il contenuto del Mod. F24 che ad ogni buon fine stiamo
trasmettendo con comunicazione separata e che abbiamo sovrascritto con
“facsimile”.

Nulla cambia, evidentemente, per le imprese individuali iscritte nella
Sezione Speciale, né per le Società (in particolare, snc e sas).

Comunque, chi avesse già operato il pagamento dell’importo precedentemente
comunicato potrà compensare la differenza, tra l’importo dovuto fisso di €
200,00 e quello effettivamente versato, in occasione della prossima
scadenza del versamento delle imposte; e a questo fine, l’interessato dovrà
inviarci, anche a mezzo fax o e-mail, copia del Mod. F24 debitamente
quietanzato.

(Studio Associato)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!