Sediva News del 7 aprile 2011

Sistri e parafarmacie – QUESITO

Vorrei conoscere gli obblighi delle parafarmacie nei confronti del Sistri.

Il nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti riguarda notoriamente solo i
rifiuti speciali – sia quelli definiti pericolosi ai sensi della direttiva
comunitaria 91/689/CEE, come quelli definiti non pericolosi perché privi
delle caratteristiche dei primi – contenuti in una codifica comunitaria
denominata CER (catalogo europeo rifiuti).

Ora, tenuto conto che le parafarmacie, almeno generalmente, tendono a
produrre soltanto rifiuti non pericolosi, sarebbero tenute ad iscriversi al
Sistri sol quando dovessero occupare più di dieci dipendenti (art. 1, comma
1, lett. b) del decreto del Ministro Ambiente, istitutivo del sistema),
ipotesi questa – considerando, se non altro, la dimensione della
parafarmacia media – alquanto remota.

Per quel che riguarda le parafarmacie già operanti al momento
dell’introduzione del nuovo sistema, qualora esse avessero superato a
quella data stessa il detto parametro occupazionale, sarebbero state
obbligate all’iscrizione entro il 75° giorno successivo all’entrata in
vigore del decreto istitutivo, perciò entro il 29/3/2010.

(r.santori)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!