Sediva News del 23 ottobre 2009

Finanziamenti regionali agevolati e “Tremonti Ter” – QUESITO

Sto usufruendo di un finanziamento regionale agevolato per la realizzazione
di un progetto di riammodernamento della farmacia; sulle relative spese,
posso cumulare alle altre agevolazioni finanziarie già riconosciute dalla
Regione anche quelle previste dalla “Tremonti Ter”?

Premesso che nella “rosa” di beni agevolabili all’interno di questa terza
versione della “Tremonti” rientrano soltanto i beni indicati nella ben nota
Tabella Ateco 2007 Divisione 28 (di cui abbiamo parlato altre volte), e
quindi sicuramente non vi sono inclusi gli immobili (e neppure, dunque,
tutto quel che ad essi è “accorpabile” per destinazione, come gli impianti,
le stigliature, ecc.), ci pare in primo luogo – con riguardo al punto
centrale del quesito (concernente, in sostanza, la cumulabilità della
Tremonti Ter con altri tipi di agevolazione) – che già da una prima lettura
del testo legislativo non emergano comunque previsioni espresse di non
cumulabilità con altri benefici.
In particolare, l’agevolazione in argomento (di cui all’art. 5 D. l.
78/2009, convertito con l. 102/2009), prevedendo un intervento finalizzato
al rilancio dell’economia in generale (e quindi non diretto a favorire
talune imprese o talune produzioni), non deve creare effetti distorsivi
sulla concorrenza e non può quindi risolversi (vietandolo l’art. 87 del
trattato CEE) in alcuna ipotesi di aiuto di Stato e ricadere così
nell’applicazione del c.d. regime de minimis.
In tal senso, del resto, depongono le osservazioni espresse dall’Agenzia
delle Entrate (cfr. circ. n. 4/2002 par. 7) a proposito della precedente
versione, anch’essa connotata come intervento agevolativo di carattere
generale, del tutto non “settorializzato” né “territorializzato”.
Naturalmente, bisogna anche considerare il … rovescio della medaglia, e
verificare in particolare se le altre agevolazioni eventualmente utilizzate
in aggiunta alla Tremonti Ter (come quelle regionali citate nel quesito)
prevedano a loro volta, espressamente o indirettamente, casi di non
cumulabilità con altri benefici.
Tutto questo, però, soltanto – come si suol dire – “allo stato dell’arte”,
perché le risposte più precise, e magari anche definitive, dovranno
fatalmente tener conto, come è intuitivo, anche delle indicazioni e/o
precisazioni che l’Agenzia delle Entrate sta per fornire in una circolare
che vedrà forse la luce alla fine del mese.
Dovremmo, insomma, saperne di più tra qualche giorno, ma ci preme
rammentare – anche a Lei – che la Tremonti Ter si applica soltanto agli
acquisti effettuati dal 1° luglio 2009 in poi.

(s. civitareale)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!