Sediva News del ___ 2009

Anche il pagamento della Tosap beneficia del 36%

La TOSAP (tassa occupazione suolo pubblico) corrisposta per l’occupazione
dell’area necessaria per l’impianto dei ponteggi per i lavori di restauro
conservativo di un edificio condominiale (il cui ammontare, oltretutto, è
spesso rilevante) rientra a pieno titolo tra le spese sulle quali si
calcola la detrazione del 36%, e quindi il suo ammontare va anch’esso
“spalmato” sui vari condomini in ragione delle quote millesimali di
possesso.
Il chiarimento reso poco tempo fa dall’Agenzia delle Entrate non ha
richiesto tuttavia un grande sforzo interpretativo, limitandosi la
risoluzione a ribadire quanto già indicato in una delle prime pronunce di
prassi sull’argomento (la circolare n. 57/E del 1998), la quale, dopo avere
elencato puntualmente le categorie di spese agevolabili – diciamo così –
“principali” (come quelle per consulenze, progettazione, acquisti di
materiali, messa in regola degli edifici, oneri di urbanizzazione, ecc.),
fa poi espresso riferimento a tutti “gli altri eventuali costi
strettamente collegati alla realizzazione degli interventi nonché agli
adempimenti stabiliti dal regolamento di attuazione degli interventi
agevolati.”.
E tra questi non poteva non rientrare anche la TOSAP, trattandosi di un
onere evidentemente sostenuto in strettissima relazione alla realizzazione
dell’intervento edilizio.
Quanto alle modalità di pagamento, al pari di tutti quegli altri oneri (di
urbanizzazione, di bollo, di diritti concessori, etc.) per i quali sono
previste modalità obbligate di liquidazione, non è di ostacolo
all’agevolazione la circostanza che, per l’appunto, il sostenimento della
spesa avvenga per canali “obbligati” e non mediante bonifico bancario, come
invece è prescritto incondizionatamente per tutte le altre spese.

(s.civitareale)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!