Ufficiale il rinvio del pagamento delle imposte.

Come ampiamente previsto, con un decreto del Presidente del Consiglio dei
Ministri è stato ufficialmente rinviato dal 16 giugno al 6 luglio 2009 il
termine per l’effettuazione dei versamenti (senza alcuna maggiorazione)
delle imposte dovute a saldo 2008 e in acconto 2009 dai contribuenti
assoggettati agli studi di settore e da quelli che dichiarano un reddito di
partecipazione alle imprese tenute agli studi stessi, come i collaboratori
familiari, i soci di società di persone, e i soci di società di capitali
che abbiano optato per il regime di trasparenza (non beneficiano del
rinvio, quindi, gli associati in partecipazione – di lavoro, o di capitale,
o misto – che infatti pagano le imposte sempre con il criterio di cassa).

La proroga è stata dettata dal ritardo nell’approvazione dei “nuovi” studi
di settore (oggetto infatti di una revisione che ha tenuto conto della
crisi economica iniziata nel 2008) che sono stati resi disponibili soltanto
qualche giorno fa.

A tutti costoro sarà in ogni caso consentito versare le imposte dovute
anche nel periodo compreso tra il 7 luglio ed il 5 agosto, ma con la
maggiorazione dello 0,40% a titolo di interessi c.d. corrispettivi.

Per la verità, gli Ordini professionali interessati stanno pressando per un
ulteriore rinvio al 16 luglio, ma per tale differimento è necessario un
provvedimento di legge che potrebbe essere approvato a fine giugno,
unitamente a non meglio precisate altre misure di carattere fiscale.

Naturalmente sarà nostra cura informare con tempestività nel caso in cui
questo ulteriore slittamento del termine si concretizzi.
(Studio Associato)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!