Sediva News del 25 ottobre 2007

Anche i notai nell’occhio del ciclone

I notai, che intendono naturalmente riaffermare il loro ruolo nel Paese di
“garanti” della legalità (anche) delle dinamiche economiche, hanno
presentato al Governo una proposta di autoriforma articolata su una
variazione della loro “pianta organica” che tenga conto anche del rapporto
tra studio notarile e consistenza degli affari in un determinato distretto,
oltrechè del consueto profilo demografico.

Oggi i notai sono 4.740, e la proposta contempla ulteriori 1.000 sedi
notarili nell’arco di 3-4 anni, oltre a tariffe agevolate per i giovani che
acquistano una casa o iniziano un’attività. Ed avremmo inoltre 100 borse di
studio triennali per i praticanti.

Ma anche sul notariato l’“ira” dei vari Bersani non sembra destinata a
placarsi troppo facilmente.

(Studio Associato)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!