Sediva News del 14 settembre 2007

Ancora in crescita il tasso di interesse di mora per le transazioni
commerciali.

L’11,07%: tanto costerà il ritardo dei pagamenti dei fornitori nelle
transazioni commerciali per il secondo semestre 2007, e lo ha
evidentemente stabilito il Ministero dell’Economia .
L’incremento rispetto al primo semestre 2007 è pari allo 0,49%.

Come si sarà rilevato, nell’ultimo biennio il tasso è cresciuto
costantemente: primo semestre 2006, 9,25%, secondo semestre 2006, 9,83%,
primo semestre 2007, 10,58%, ed ora 11,07%.

I valori naturalmente sono su base annuale e devono quindi essere
ragguagliati ai giorni di ritardo di pagamento nel semestre e all’importo
del credito insoluto.

Gli interessi – lo ricordiamo ancora una volta – maturano automaticamente
dal giorno successivo alla scadenza del termine di pagamento (o dal
trentunesimo giorno dal ricevimento della fattura, ovvero, se anteriore,
dal ricevimento della merce, qualora non sia stata espressamente convenuta
una scadenza), senza quindi necessità della previa costituzione in mora,
e si applicano, come sempre, a tutti i contratti stipulati dall’agosto
2002.

(Studio Associato)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!