Sediva News dell’11 settembre 2007

La contrazione della spesa farmaceutica SSN nel primo semestre 2007

Generalmente, come forse si sarà rilevato, qui non diamo conto di questi
dati, anche perché le farmacie hanno modo di conoscerli con la massima
tempestività dalle loro rappresentanze sindacali e professionali.

Se quindi oggi se ne fa un cenno, è perché si tratta di numeri
particolarmente importanti che può essere pertanto utile “registrare” anche
in una rubrica che, come questa, si occupa delle farmacie prevalentemente
sotto il profilo giuridico-tributario.

Dunque, nei primi sei mesi di quest’anno la spesa farmaceutica a carico del
SSN è stata pari ad € 5,92 miliardi ed ha evidenziato una contrazione del
9,5% rispetto al periodo gennaio-giugno 2006, pur a fronte di un aumento
del numero di ricette pari al 3,5%.

La riduzione (i titolari di farmacia ne conoscono le cause ancor meglio di
noi…) ha riguardato tutte le regioni, sia pure con incidenze molto diverse
tra loro, perché si va da un minimo del 3% per il Molise ad un massimo del
17% per la Puglia.

Questo comunque è il dettaglio: Valle d’Aosta – 5,2%, Piemonte – 3,6%,
Liguria – 12,2%, Lombardia – 6,1%, Veneto – 4,6%, Bolzano – 9,3%, Trento –
3,2%, Friuli Venezia Giulia – 3,7%, Emilia Romagna – 5,2%, Marche – 3,1%,
Toscana – 5,7%, Lazio – 15,1%, Umbria – 6,5%, Abruzzo – 11,9%, Molise –
3,0%, Campania – 12,7%, Puglia – 17%, Basilicata – 4,6%, Calabria – 8,8%,
Sicilia – 12,4%, Sardegna – 10,4%.

Va infine sottolineato che, stando al solo mese di giugno, la riduzione
della spesa (rispetto al giugno 2006) è stata pari all’11,7%, e l’aumento
del numero delle ricette pari all’1,5%, e questo può naturalmente
rivelarsi molto significativo.

(Studio Associato)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!