Sediva News del 10 ottobre 2006

I termini di contabilizzazione delle note di credito – QUESITO

Quali sono i termini di registrazione delle note di credito ricevute dai
fornitori?

La nota di credito, pur inerendo ad una o più fatture di acquisto, si pone
contabilmente, in realtà, come un’autentica fattura di vendita, andando
evidentemente ad incidere anche sull’iva (oltrechè sulla quantità e/o
qualità della merce, ovvero sul suo costo).

Ed è proprio per questo che la norma fiscale prevede per la note di credito
lo stesso termine di registrazione contabile delle fatture emesse (alla
clientela), e quindi il termine di 15 giorni.

Senonché, per le note di credito i 15 giorni non decorrono evidentemente
dalla data di emissione del documento (come previsto per le fatture di
vendita), ma – essendo emesse dal fornitore – dalla data di ricezione del
documento.

E però, come ormai codificato da oltre trent’anni, quando la contabilità
sia tenuta (direttamente dall’imprenditore ovvero da centri di
elaborazione) con macchine elettrocontabili, il termine di registrazione
(sia per le fatture di vendita che per le note di credito) sale a 60
giorni.

(v.salimbeni)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!