Sediva News del 27 settembre 2006

Autovetture e manovra-prodi: per i mezzi “svalutati” puo’ convenire la
vendita – QUESITO

Alla nostra società, titolare di farmacia, sono intestate due vetture,
diciamo, aziendali, acquistate tre o quattro anni fa. Vista la legge-
Bersani, vorremmo sapere come considerarle sotto l’aspetto fiscale.

Come da noi già illustrato più volte, a parte l’area ormai ridottissima
della vettura-autocarro, il leasing e l’ammortamento anticipato dell’auto
aziendale sono stati ambedue incisi in modo importante dalla Manovra-Prodi
(anche se, in sede di acquisto del mezzo, il leasing, come si è visto
nella Sediva news del 20/09/2006, potrebbe ora rivelarsi la soluzione più
proficua).

Quanto ai veicoli già “in pancia” alla farmacia, oggi può essere
diventato conveniente – perlomeno dal punto di vista puramente tributario
– procedere addirittura alla vendita dei veicoli (aziendali) a “rapido
deprezzamento” senza attendere la fine del periodo di ammortamento che, a
partire dal 2006, appunto per effetto del provvedimento, non può durare
meno di cinque anni.

Infatti, queste cessioni, proprio in ragione dello scarso valore di mercato
della vettura e del conseguente modesto ricavo di cessione, non genereranno
una plusvalenza fiscalmente consistente, mentre daranno diritto alla
deduzione (sia pure sempre al 50%, secondo dunque la regola generale valida
per questo tipo di beni aziendali) del residuo costo fiscale ancora da
ammortizzare.

In sostanza, per una vettura acquistata per 20.000 euro, e che già dopo due
anni vede ridotto il proprio valore commerciale più o meno della metà, la
plusvalenza sarebbe praticamente nulla, se venduta a quel prezzo, e vi
sarebbe invece la possibilità di dedurre – visto il massimo costo fiscale
(18.076 euro) riconosciuto per questi mezzi – l’importo di 5.648,75 euro
(18.076-18.076X37,50%)=11.297,50/2.

Sembrerebbe quindi che, almeno per questi beni, la novità abbia reso
vantaggioso accelerarne il “ricambio”, e dunque anche il rinnovo del
“parco auto” della farmacia.

(f.lucidi)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!