Sediva News del 21 marzo 2006

Niente taglio dell’iva per l’edilizia (almeno per ora)

Per il ripristino dell’Iva al 10% sulle ristrutturazioni edilizie bisognerà
attendere probabilmente la nomina del nuovo governo. E’ quanto si apprende
dalla stampa specializzata di questi giorni.

Come si ricorderà (v. Sediva News del 23/01/2006), dal I gennaio 2006 l’IVA
sulle manutenzioni ordinarie in edilizia era tornata al 20%, essendo ormai
scaduta la proroga che la manteneva, appunto, al 10%. Proprio per questo, a
parziale “risarcimento” della perdita dell’agevolazione sul fronte
dell’Iva, la detrazione Irpef sulle ristrutturazioni edilizie, prorogata
anche per il 2006, è stata riportata all’originario 41% (anziché il 36%,
valido fino a tutto il 2005). Ma tutti speravano che l’Unione Europea
consentisse all’Italia anche il ripristino dell’aliquota iva ridotta, ed
il consenso in effetti è stato dato. Ma problemi di copertura del bilancio
pubblico e la fine incombente della legislatura hanno “suggerito” lo
slittamento della soluzione della vicenda al dopo-elezioni. Nihil sub sole
novi.

(Studio Associato)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!