Sediva News del 2 febbraio 2006

Il 5 per mille

Come si è visto nell’esame della Finanziaria 2006 (“dalla A alla Z”), vi è
prevista, sia pure a titolo sperimentale, la possibilità per il
contribuente di scegliere di destinare il 5 per mille dell’Irpef da lui
pagata tra quattro diverse finalità:

a) sostegno al volontariato e ONLUS;
b) finanziamento della ricerca scientifica e universitaria;
c) finanziamento della ricerca sanitaria;
d) attività sociali svolte nel comune di residenza del contribuente.

La scelta andrà operata direttamente in sede di dichiarazione, apponendo
il codice fiscale in una delle quattro caselle relative ai precisati
settori di riferimento.

In mancanza di tale indicazione, il relativo 5 per mille sarà distribuito
in rapporto alle scelte effettuate dagli altri contribuenti, e dunque in
proporzione alle varie preferenze espresse.
(v.pulieri)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!