Sediva News del 23 dicembre 2005

Qual è il margine di utile se pratico lo sconto del 20%? – QUESITO

Acquisto un farmaco SOP con lo sconto del 52,4% e pratico alla clientela lo
sconto massimo previsto dalla legge 149/2005 (c.d. Legge Storace), cioè
il 20%.
In realtà, con quale effettivo margine di sconto finisco per operare i
miei acquisti di farmaci SOP?

E’ un quesito evidentemente molto attuale, ed ecco la risposta, ipotizzando
un farmaco SOP con un prezzo al pubblico di € 11,00 comprensivo dell’Iva al
10%.

Il ricavo netto, come abbiamo rilevato più volte, si ottiene scorporando
l’Iva con la consueta operazione:

€ 11,00 / 1,10 = € 10,00.

Ora, per restare al Suo caso, se il fornitore pratica uno sconto del 52,4%
vuol dire che il prezzo di acquisto è pari a € 10 – € 5,24 = € 4,76, al
quale verrà aggiunta in fattura l’Iva del 10%.

Cosicché, se sul prezzo al pubblico di € 11,00 viene praticato lo sconto
del 20%, il prodotto sarà venduto ad € 8,80 Iva compresa, con un ricavo
netto di € 8,80/1,10 = € 8,00.

Il guadagno lordo, come al solito, consiste nella differenza tra il detto
ricavo di € 8,00 ed il detto costo di € 4,76 ed è quindi pari ad € 3,24,
mentre il margine di utile deriva dalla proporzione: 100 : X = € 8,00 : €
3,24, dove X (appunto il margine di utile da Lei richiesto) corrisponde al
40,50%.

(f.lucidi)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!