Sediva News del 4 novembre 2005

Si riapre il “processo “ all’Irap

Su richiesta di ben nove governi europei, con una recentissima ordinanza la
Corte di Giustizia europea ha riaperto la fase orale del procedimento
riguardante la conformità della nostra Irap all’ordinamento comunitario,
fissandone la trattazione all’udienza del 14 dicembre 2005, nel corso della
quale dovrebbe essere finalmente discusso il merito della controversia (e
quindi, probabilmente risolto anche il grosso problema dell’efficacia nel
tempo di un’eventuale sentenza di condanna dell’Italia).

Evidentemente buona parte dei governi europei sono preoccupati per
l’eventuale formarsi di un “precedente” (quello nostro, ovviamente) che
potrebbe forse in qualche modo ripercuotersi negativamente anche sulle
normative di altri Stati membri (e perciò anche sui loro “conti”) che si
rivelassero, come quella italiana sull’Irap, parimenti difformi da precetti
comunitari.

In pratica, sembra dunque allontanarsi quella pronuncia europea, attesa da
tanti contribuenti, che – salvo un successivo espresso intervento di
favore da parte del nostro legislatore – avrebbe potuto nel concreto
avviare il prescritto iter contenzioso diretto alla condanna dell’Erario
italiano al rimborso dell’Irap versata in questi anni.

(s.lucidi)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!