Sediva News del 26 luglio 2005

L’indeducibilità dal reddito d’impresa di Irpef ed Irap- QUESITO

Gestisco la farmacia in regime d’impresa familiare con mia figlia
farmacista; vorrei sapere se è ancora vietato portare in diminuzione dal
reddito le imposte pagate (utilizzando le disponibilità bancarie della
farmacia) dai componenti dell’impresa stessa.

Purtroppo sì, perchè l’indeducibilità dell’Irpef (dal 2005 Ire), delle
relative addizionali regionali e comunali e dell’Irap è espressamente
stabilita dalla legge sia per il titolare che per il collaboratore
dell’impresa familiare: per le prime, dall’art. 99 del TUIR, per l’Irap
dall’art. 1 del provvedimento istitutivo dell’imposta (D.Lgs. 446/97).

E, qualora le imposte siano pagate, ad esempio, con il c/c della farmacia,
la relativa uscita si contabilizza in bilancio come “prelievo in acconto
utili”, o simile.

(f.lucidi)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!