Sediva News del 12 luglio 2005

Riaperti ancora una volta i termini per la rivalutazione di quote sociali e
terreni?

Sembrerebbe proprio di si, perché la Camera ha appena approvato un
emendamento al disegno di legge sulla “competitività”, che riapre per
l’ennesima volta – allungandoli al 30 settembre 2005 – i termini per la
rivalutazione delle partecipazioni sociali e dei terreni posseduti al 1°
luglio 2004 (attenzione: il termine scaduto il 30 giugno 2005 prevedeva,
quale data della rivalutazione, quella del 1° luglio 2003).

Sarebbe così consentito all’interessato versare, appunto entro il 30/09/05,
l’imposta sostitutiva del 4% del valore (risultante da una perizia che va
“giurata” entro questa stessa data) dei terreni e delle quote sociali
“qualificate” (superiori cioè al 2%, 20% o 25%, secondo che si tratti,
rispettivamente, di società di capitali quotate in borsa, di società di
capitali non quotate, o di altre società, come quelle di persone), ovvero
del 2% del valore (sempre risultante da perizia giurata) delle quote
sociali “non qualificate”.

Naturalmente sarà anche possibile rateizzare l’imposta sostitutiva dovuta
in tre rate annuali di pari importo, da pagare, la prima, entro lo stesso
30 settembre, e maggiorando la seconda e la terza degli interessi in misura
del 3% annuo.

Se definitivamente approvata anche dall’altro ramo del Parlamento, la norma
offrirebbe dunque ancora un’opportunità di versare imposte in misura
inferiore rispetto a quelle ordinarie, in previsione di prossime, o meno
prossime, cessioni di quote sociali (comprese ovviamente quelle di società
di persone titolari di farmacia) e di terreni.
(p. liguori)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!