Sediva News dell’11 luglio 2005

Ancora un flash di aggiornamento sull’Irap

Come si ricorderà (v. Sediva news del 16/06/2005), il Governo ha emanato un
“astuto” decreto legge con cui ha giuridicamente paralizzato l’efficacia
del “ravvedimento operoso” soltanto per l’Irap dovuta a saldo 2004 ed in
acconto 2005, strumento che avrebbe invece consentito al contribuente – in
attesa della sentenza della Corte di giustizia europea sulla legittimità
del tributo – di versare in ritardo le imposte dovute maggiorandole di
sanzioni ridottissime.

Ora però, guardacaso, il Parlamento, in sede di conversione del decreto, ha
eliminato proprio quel “blocco”, ma a tempo ovviamente ormai … (per il
contribuente stesso) scaduto.

E’ stato così pienamente realizzato il fine che il Governo si era proposto
di non perdere “gettito”, visto che alla data di scadenza del primo termine
per il pagamento delle imposte (20 giugno u.s.) il decreto legge era in
vigore nella sua interezza, come anche sarà in vigore alla data di scadenza
del secondo termine (20 luglio p.v.).

Insomma, una volta raggiunto il suo vero (e unico) scopo, la norma è stata
subito soppressa!

Il che non toglie, tuttavia, che l’eventuale sentenza di condanna
dell’Italia da parte della Corte europea potrà pur sempre consentirci – ma
è soltanto una pallida speranza – di richiedere il rimborso anche
dell’imposta versata nel corso del 2005.

(Studio Associato)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!