Sediva News dell’8 luglio 2005

Conservazione fotocopie ricette – QUESITO

Vorrei sapere se per lo scarico del ticket le farmacie sono tenute a fare
fotocopie delle ricette con fustelli applicati, oppure se è sufficiente che
il cliente venga con la fotocopia già fatta dove applicare timbro e
scontrino ai fini dello scarico fiscale.

La documentazione che il cliente della farmacia deve conservare per la
detrazione, in sede di compilazione della dichiarazione dei redditi, del
ticket pagato per l’acquisto di farmaci è costituita dalla fotocopia della
ricetta (rilasciata dal medico di base, come si sa, in unico esemplare)
corredata dello scontrino fiscale emesso dalla farmacia per l’importo
corrispondente all’ammontare del ticket pagato sui medicinali prescritti.

La farmacia, però, non ha alcun obbligo di fare e/o rilasciare ai clienti
fotocopie di ricette, tanto meno con le fustelle applicate: è dunque un
semplice gesto di cortesia ( nel rispetto, sia pure, di una prassi ormai
consolidata), che finisce per essere il “benvenuto”a colui che entra in
farmacia con la fotocopia già in mano.

(r.santori)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!