Sediva News del 30 maggio 2005

Spesa medica 2003 non detratta – QUESITO

Raccogliendo la documentazione per l’Unico 2005, ho ritrovato una spesa
medica relativa a cure odontoiatriche che non ho detratto nella
dichiarazione dello scorso anno. Essendo di importo rilevante, posso
inserirla nelle spese di quest’anno?

Per gli oneri deducibili e detraibili da indicare nel Modello Unico o nel
Modello 730, vale il principio di cassa, quindi sono ammessi tutti quei
costi che sono stati sostenuti nell’anno di riferimento della dichiarazione
(2004 in questo caso). C’è però un modo per poter recuperare la spesa
sostenuta e non detratta, perché – secondo l’art. 2, comma 8 del Dpr 322/98
– le dichiarazioni dei redditi possono essere integrate (per correggere
errori e/o omissioni) presentando un nuovo modello (ma assolutamente
conforme a quello “ufficiale” approvato per l’anno d’imposta cui si
riferisce la dichiarazione) entro il quarto anno successivo alla
presentazione della dichiarazione originaria.

Tuttavia, ove la “nuova” dichiarazione sia presentata entro l’anno
successivo, il credito da essa risultante potrà essere riportato subito in
compensazione con altre imposte dovute da quel momento in poi.

Diversamente, trascorso cioè l’anno, e sempre entro il termine ultimo del
quarto anno successivo alla presentazione della dichiarazione originaria,
la “nuova” dichiarazione costituisce titolo per richiedere il rimborso
dell’imposta che ne scaturisce a credito.

Come si vede, sia nel primo come nel secondo modo, si ottiene
sostanzialmente il rimborso dei tributi corrispondenti all’onere non
detratto.

Nel Suo caso, pertanto, essendo ancora in corso il primo anno dalla data di
trasmissione telematica (ottobre 2004) del Mod. Unico 2004 (redditi 2003),
Lei potrà presentare la “nuova” dichiarazione 2003 e beneficiare
immediatamente del credito d’imposta che ne conseguirà.
(v.pulieri)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!