Sediva News del 20 aprile 2005

La detrazione del 36% si trasferisce all’acquirente dell’immobile –
QUESITO

Nel corso del 2002, ho versato al Condominio una somma per il rifacimento
della facciata del palazzo dove abitavo e dove ero proprietario di un
appartamento.
L’amministratore del Condominio mi ha successivamente consegnato la
certificazione dell’importo da me pagato per beneficiare della detrazione
del 36% nella mia dichiarazione dei redditi (ripartito in 10 anni).
A dicembre 2003 ho venduto l’appartamento e quindi vorrei sapere se posso
continuare a portare in detrazione per gli anni residui, e fino al decimo,
le somme certificate.

Le norme che regolano il bonus del 41-36% stabiliscono che, in caso di
compravendita di immobile, il diritto alla detrazione per le annualità
residue delle somme spese si trasferisce in capo all’acquirente e quindi
Lei non potrà più beneficiarne nella dichiarazione dei redditi che andrà a
compilare ora, e cioè nel Mod. UNICO 2005 (redditi anno 2004).

(r.santori)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!