Sediva News del 14 marzo 2005

Ici ridotta per inagibilità del fabbricato- QUESITO

In seguito ad una fuga di gas, un immobile di mia proprietà é diventato
totalmente inagibile. È vero che posso beneficiare di una riduzione
dell’Ici? E in quale misura?

L’Ici è dovuta in misura ridotta del 50% quando il contribuente fornisce la
prova che il fabbricato è inagibile o inabitabile e di fatto non viene
utilizzato (art.8 decreto legislativo 504/1992).

Con la sentenza n.661/2005, però, la Corte di Cassazione ha ora stabilito
che per beneficiare della riduzione occorre anche una dichiarazione di
inagibilità o inabitabilità, rilasciata dall’ente impositore, che attesti
la inutilizzazione del fabbricato “nel concreto”; il che, in pratica,
significa che, per usufruire della riduzione, la richiesta dovrebbe essere
inoltrata proprio nel momento in cui l’immobile diventa inagibile o
inabitabile, così da consentire all’Ufficio tecnico comunale di verificare
tempestivamente appunto la dichiarazione del contribuente.

Il Comune può tuttavia concedere la riduzione anche quando la
comunicazione non sia stata tempestiva, purchè abbia potuto verificare la
sussistenza delle condizioni di cui sopra.

Il beneficio, in ogni caso, spetta per il periodo dell’anno o per gli anni
per i quali siano state accertate le condizioni di “disagio”.

(v.pulieri)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!