Sediva News del 9 marzo 2005

Sull’abitazione principale – QUESITO

Sono proprietario di un piccolo stabile composto da quattro appartamenti
(in uno dei quali io vivo) e un box accatastati singolarmente. Al momento
dell’acquisto non ho comunicato quale degli appartamenti fosse adibito a
mia abitazione principale; vorrei sapere se posso beneficiare dell’aliquota
ridotta per tutte le unità, considerando che gli altri tre appartamenti
sono liberi.

Per abitazione principale si intende quella dove il contribuente (che la
possiede a titolo di proprietà, usufrutto, o altro diritto reale) risiede
abitualmente; e però, secondo la r.m.7.5.2002 n.6 DPF, quando essa sia
costituita da più appartamenti accatastati separatamente (con
l’attribuzione, cioè, di distinte rendite catastali), abitazione
principale, con tutte le conseguenze che ne derivano, può essere
considerata soltanto una di quelle unità immobiliari.

Nel Suo caso, pertanto, le altre tre unità, proprio perché accatastate
separatamente, dovranno essere ritenute tutte come “seconde” abitazioni.

Per il box, invece, può spettarLe l’aliquota ridotta, trattandosi di
pertinenza dell’unità da Lei abitata, e quindi dell’ abitazione principale.

(v.pulieri)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!