Sediva News del 4 febbraio 2005

Si avvicina la prima scadenza per il Fascicolo degli edifici romani –
QUESITO

Durante l’ultima riunione di condominio, ho sentito parlare ancora una
volta del “libretto del fabbricato” e dell’obbligo di certificare lo “stato
di salute” degli immobili di Roma . Il mio appartamento si trova in un
edificio degli anni trenta; vorrei conoscere quali sono i termini per
mettersi in regola, perché l’amministratore del condominio ha indicato date
diverse.

Il Comune di Roma, per la verità, ha istituito ormai da tempo l’obbligo di
redigere, per ogni immobile romano, il Fascicolo del Fabbricato, ma, per
ragioni varie, soltanto ora il termine per provvedervi è diventato
perentorio.

L’adozione del Fascicolo, che mira evidentemente a realizzare un “check up”
sulle abitazioni e individuare dunque l’eventuale presenza di rischi
(l’argomento è stato trattato più volte anche qui), rappresenterà certo
uno strumento utilissimo per verificare periodicamente, quantomeno,
l’affidabilità delle strutture e degli impianti.

Quanto alle scadenze per la redazione del documento, esse sono
differenziate in base all’anzianità degli immobili, ed esattamente:

– entro il 31/03/2005 per gli edifici realizzati fino al 1939;
– entro il 31/03/2006 per gli edifici realizzati tra il 1940 e il 1971;
– entro il 31/03/2008 per gli edifici realizzati dopo il 1971.

Per quanto riguarda gli edifici in costruzione e quelli futuri, il
Fascicolo dovrà essere predisposto contestualmente
all’abitabilità/agibilità.

Ricordiamo, infine, che il documento deve essere predisposto da un
professionista iscritto al proprio Ordine o Collegio, la cui parcella è
regolamentata da un protocollo d’intesa tra il Comune di Roma e i vari
Ordini, in relazione al valore catastale dell’immobile.

(v.pulieri)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!