Sediva News del 23 dicembre 2004

Dal 1° gennaio 2005 “torna” lo scontrino per i concordatari preventivi –
QUESITO

Ho aderito al concordato preventivo per il biennio 2003/2004 che mi
esonerava dall’obbligo di emissione dello scontrino fiscale.
Dall’1/1/2005 si ripristina il vecchio sistema e quindi dovrò sempre
emettere lo scontrino?

La risposta non può che essere affermativa, perché il beneficio della
sospensione dell’obbligo di emissione dello scontrino e della ricevuta
fiscale, prevista per gli aderenti al concordato preventivo biennale, si
applica fino al 31/12/2004 perché a tale data cessa evidentemente
l’efficacia del concordato e dunque anche i vantaggi (e gli svantaggi,
perché ci sono anche questi) inerenti a tale istituto.

Pertanto, dall’1/1/2005 la mancata emissione dello scontrino “torna” ad
essere sanzionabile per tutti con il solito 100% dell’iva contenuta nello
scontrino e con un minimo di € 516,46.

(Studio Associato)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!