Sediva News del 17 dicembre 2004

Il “maxi-emendamento” alla Finanziaria 2005

Con un unico articolo, composto tuttavia di 593 commi (!), è stato
presentato il “maxi- emendamento” governativo alla Finanziaria 2005.

Confermate le novità già anticipate in questa Rubrica sugli studi di
settore (v. Sediva news del 10/12/2004) e sulla riduzione delle imposte (v.
Sediva news del 6/12/2004), sono state introdotte ulteriori importanti
modifiche al disegno di legge (frettolosamente presentato in Parlamento e
subito approvato dalla Camera) che avremo occasione di commentare più
approfonditamente per singoli temi nei prossimi giorni.

Vogliamo però sin d’ora porre l’attenzione sugli inasprimenti (fissati da
un decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze entro il 31/01/2005)
che subiranno i bolli, le tasse di concessione governativa, l’imposta di
registro in misura fissa, l’imposta ipotecaria e catastale ed altre tasse
ipotecarie, e che saranno tali – almeno nelle previsioni governative – da
assicurare un maggiore gettito di € 1.120 milioni sia per il 2005 che per
il 2006, cosicché dovremo attenderci aumenti di non poco conto.

Altra novità importante è rappresentata dall’ennesima riapertura dei
termini per la rivalutazione delle quote o azioni di società e dei terreni
(il problema lo conoscete bene tutti): l’imposta sostitutiva potrà essere
versata entro il 30 giugno 2005 sulla base di una perizia giurata che
determini il valore del bene rivalutato alla data del 1 luglio 2003, che è
poi la stessa già prevista per le rivalutazioni che scadevano il 30
settembre 2004.

Da ultimo, rammentiamo che il Governo ha ovviamente blindato questo “maxi-
emendamento”, ponendovi la “fiducia”, e dunque ulteriori modifiche non sono
al momento prevedibili.

(s. lucidi)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!