Sediva News del 3 dicembre 2004

Il bonus deducibile per ogni collaboratore per la frequenza dei corsi
e.c.m. – QUESITO

Desidero sapere la cifra annuale (bonus) deducibile per ogni collaboratore
per la frequenza dei corsi e.c.m.

Il titolare di una farmacia può portare in deduzione, come sappiamo, il
costo dei corsi frequentati dai collaboratori dipendenti senza alcun limite
oggettivo, a condizione che gli venga rilasciata una fattura – intestata
naturalmente alla farmacia – con l’indicazione del nominativo di coloro che
hanno partecipato.

Quindi, ferma l’indiscutibile inerenza della spesa, ne conseguono
ovviamente la sicura deducibilità del costo e la detraibilità dell’Iva.

Inoltre, nel Contratto collettivo nazionale dei dipendenti di farmacia è
prevista un quota che il titolare deve comunque riconoscere al dipendente
quale contribuzione all’onere sostenuto per i corsi e.c.m. e che è pari a €
60,00 per il 2004 ed a € 70,00 per il 2005. L’eventuale eccedenza di spesa
rispetto a tali importi è pertanto a totale discrezione del titolare e, nel
caso in cui egli decida di sostenerla, ne avrà la totale deduzione.

Infine, per permettere la partecipazione ai corsi, sono anche previste sei
ore di permesso retribuito per l’anno 2004 (che diventeranno otto ore nel
2005) in aggiunta ai normali permessi previsti dal contratto.

(r.santori)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!