Sediva News del 25 novembre 20004

La cessione del contratto di leasing – QUESITO

Ho acquistato l’immobile ove è ubicata la mia farmacia con un contratto di
leasing, che si è tuttavia rivelato eccessivamente oneroso.
E’ possibile cedere il contratto ad altra impresa, con la quale poi
stipulare un contratto di locazione?

Dal punto di vista civilistico non si pone ovviamente alcun problema,
semprechè la società concedente esprima il proprio consenso alla cessione
del contratto.

Sotto il profilo tributario, invece, il T.U.II.DD. prevede che “in caso di
cessione del contratto di locazione finanziaria il valore normale del bene
costituisce sopravvenienza attiva”.

E’ pertanto necessario valutare l’immobile con riguardo al suo valore di
mercato al momento della cessione del leasing (tenendo tuttavia sempre
presente l’ammontare della rendita catastale capitalizzata, che anche per
questo verso costituisce infatti sempre un solido riferimento), e inserire
il relativo importo tra i ricavi quale sopravvenienza attiva, cosicchè, nel
concreto, su tale valore sarà dovuta l’irpef.

Come si vede, l’operazione è fiscalmente onerosa.

(f.lucidi)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!