Sediva News del 24 novembre 2004

La controffensiva delle banche sull’anatocismo

Come si sarà rilevato dalla stampa, l’Abi ha ufficialmente reso nota
l’intenzione di esperire tutte le migliori azioni giudiziarie a tutela
degli interessi degli Istituti di credito, ritenendo sostanzialmente
corretta l’applicazione degli interessi anatocistici operata fino al 1999
(v. Sediva news del 10/11/2004).

Sono state anche annunciate iniziative dirette ad adire la Corte
Costituzionale e la Corte di Giustizia europea.

Pertanto, se non interverranno prima soluzioni politiche, o simili, saranno
verosimilmente proprio questi organi giurisdizionali a definire la vicenda,
e perciò può essere opportuno, almeno per il momento, che gli interessati
si limitino a formalizzare una loro (semplice) richiesta di rimborso alla
Banca al solo scopo di interrompere i termini di prescrizione, e rinviando
così l’azione legale (i cui costi, comunque, potranno in molti casi
scoraggiarne la proposizione) a tempi più opportuni.

(Studio Associato)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!