Sediva News del 20 ottobre 2004

Un condono edilizio anche per le aree vincolate?

Il Senato ha infatti approvato il provvedimento (che dovrà pertanto essere
ora confermato dalla Camera) che conferisce la delega al Governo per
legiferare (anche) in materia ambientale.

Il testo contiene tuttavia sin d’ora, ed è qui ovviamente la grande novità
(pur se da più parti contestata), un nuovo condono che consente questa
volta di sanare (con domanda presentata entro il 31 gennaio 2005) gli
abusi edilizi commessi entro il 30 settembre 2004 (fino a … ieri, dunque)
nelle aree di interesse ambientale, mediante il versamento di un’oblazione
(variante tra 3.000,00 e 5.000,00 euro), purché, attenzione, l’abuso sia
“paesaggisticamente” (sic!) compatibile (?).

Con lo stesso provvedimento sono stati altresì depenalizzati gli abusi
“non gravi” , come ad esempio i restauri o le aperture di finestre,
sempreché però, anche qui, le Soprintendenze li qualifichino compatibili
(?)” con il “paesaggio” circostante.

Contestualmente, infine, sono state inasprite le sanzioni penali per gli
abusi “maggiormente rilevanti”, per i quali ultimi è d’uopo un ulteriore
(?)
(g.bacigalupo)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!