Sediva News dell’11 ottobre 2004

Gli “007” del Fisco a caccia delle locazioni non registrate

Parte sostanzialmente dall’Università di Roma, per poi estendersi nelle
altre sedi di Atenei, la caccia agli affitti in nero, articolata infatti
anche su interviste agli studenti che hanno il loro domicilio fuori dalla
sede universitaria.

In tal modo il Fisco vuol reperire maggiori entrate derivanti proprio da
questi affitti, “scovati” i quali, infatti, l’Amministrazione finanziaria
potrà presumere un canone tout court pari al 10% del valore catastale
dell’immobile e a valere sia per l’anno in corso che per i quattro anni
precedenti.

Nell’estate prossima, poi, gli “007” del Fisco procederanno allo stesso
modo anche sulle case di villeggiatura.

Cogliamo l’occasione, inoltre, per rammentare che la mancata segnalazione
dell’affitto alla Questura (o, in assenza, al Sindaco), ai sensi della
legge 18/05/78 n. 191 (la c.d. legge Moro, mai abrogata), è tuttora punita
con una sanzione amministrativa di € 516,00.

(Studio Associato)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!