Sediva News del 4 ottobre 2004

La comunicazione al C.O. di Pescara per il recupero del 36%

Entro il 31 ottobre p.v., data di scadenza del termine per la trasmissione
telematica della dichiarazione dei redditi, deve essere anche inviata al
Centro operativo di Pescara – a firma di un ingegnere, o architetto, o
geometra iscritto all’Albo – apposita dichiarazione attestante i lavori
eseguiti, soltanto però – si badi bene – quando essi superino
complessivamente l’importo di € 51.645,69 (i vecchi 100 milioni di lire).

La dichiarazione deve essere trasmessa (semprechè, beninteso, i lavori
siano stati del tutto ultimati entro la data stessa del 31/10/2004, perché,
diversamente, se ne parlerà l’anno prossimo o quello ulteriormente
successivo) considerando comunque la spesa sostenuta per il recupero
edilizio nella sua globalità, anche quando, cioè, le opere siano state
realizzate nel corso di più annualità.

La mancata trasmissione di tale dichiarazione comporta – attenzione – la
revoca dei benefici fiscali derivanti dal recupero del famoso 36%.

E, per comodità dei clienti, riportiamo qui di seguito un testo
“plausibile” di tale comunicazione, che va comunque inviata mediante
raccomandata A/R.

Attestazione di lavori di ristrutturazione per importo superiore a €
51.645,69

Raccomandata a.r.

Centro Operativo di Pescara

Via Rio Sparto n. 21

65100 Pescara PE

Oggetto – Dichiarazione di esecuzione dei lavori ai sensi dell’art. 1,
prima comma, lett. d) Decreto Ministeriale 18 febbraio 1998, n. 41

Il/la sottoscritto/a ……………………………., nato/a a …………………., il…………….., residente
a ………………………, Via/P.za …………………., cap …….., iscritto/a all’Albo …………………………..
della provincia di …………………, codice fiscale ……………………..;
ai sensi e per gli effetti dell’art. 1, primo comma, lett. d), del D.M.
18/02/98, n. 41,
dichiara
che i lavori relativi all’immobile ubicato in
………………………………………………………………. ,
Via/P.za ………………………….. n. …. eseguiti per conto di ………………………………………………
hanno superato l’importo di € 51.645,69, ammontando complessivamente ad €
……………………
In fede
…………………………………, li……………….
(Firma del
professionista)

(Studio Associato)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!