Sediva News del 30 settembre 2004

La riforma delle pensioni in Gazzetta Ufficiale

Entrerà in vigore il prossimo 6 ottobre la legge delega al Governo
(pubblicata nella G.U. del 21/09/2004) per la riforma delle norme in
materia pensionistica e della previdenza in generale, e di cui ci siamo
più volte occupati in passato (v. Sediva news del 15/05 – 19/05/2004 e
“Piazza Pitagora” n.438).
E però, il provvedimento contiene di per sé anche norme di immediata
applicazione, tra le quali spicca naturalmente quella relativa al c.d.
“superbonus”, che, come si sarà rilevato dalla stampa, spetta al lavoratore
che scelga di restare in attività nonostante il conseguimento di tutti i
requisiti per la pensione di anzianità.
Costoro avranno infatti diritto in tal caso, a decorrere dal primo mese di
maturazione (virtuale) dell’assegno pensionistico, ad un aumento del
proprio stipendio in ragione esattamente corrispondente all’intero
ammontare dei contributi sino ad allora versati all’Inps dal datore di
lavoro, con la conseguente cessazione di qualsiasi ulteriore obbligo
contributivo.
In sostanza, il “superbonus”, in ogni caso esente da qualsiasi imposta, è
pari al 32,7% dello stipendio lordo percepito nel mese precedente alla
maturazione.
Naturalmente, la posizione del lavoratore – ai fini pensionistici –
praticamente si cristallizza, perché egli, all’atto dell’effettivo
pensionamento, percepirà un assegno di importo corrispondente a quello che
gli sarebbe spettato se non avesse operato questa scelta, la quale
peraltro, contrariamente alle prime “voci di corridoio”, è comunque
revocabile in qualsiasi momento.
(Studio Associato)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!