Sediva News del 06 luglio 2004

usufruttuario o nudo proprietario: chi detrae gli interessi
passivi sul mutuo ipotecario? – QUESITO

Ho acquistato la casa dove abito riservandomi l’usufrutto e intestando la
nuda proprietà a mio figlio. Chi porta in detrazione gli interessi passivi
pagati sul mutuo?

Come ricordato nella Sediva News del 14/06/2004, gli interessi passivi e
gli oneri accessori pagati in dipendenza di mutui ipotecari accesi per
l’acquisto di immobile destinato all’abitazione principale del
contribuente (o del coniuge, o di un parente entro il terzo grado, o di
un affine entro il secondo) sono detraibili dall’imposta dovuta da
quest’ultimo (sia pure, come è noto, nell’importo massimo di € 3.615,20
annui) alla duplice condizione che l’unità immobiliare venga appunto
adibita – entro un anno dall’acquisto –ad abitazione principale (sua e/o
di uno dei detti familiari) e che l’acquisto stesso sia effettuato
nell’anno antecedente o successivo alla stipula del mutuo.

Nel Suo caso, pertanto, essendo l’immobile intestato a Suo figlio (anche se
come semplice nudo proprietario), sarà lui a dover contrarre il mutuo e
dunque a poter detrarre gli oneri relativi.

(r.santori)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!