Sediva News del 25 maggio 2004

Il garante per la privacy sulla video-sorveglianza

Il Garante per la privacy (che ha davvero un gran daffare…) ha ora adottato
un provvedimento di carattere generale che detta, tra l’altro, regole
sull’installazione e l’utilizzo di telecamere per video sorveglianza.

In particolare, il Garante ha fissato dei principi ai quali tutti devono
attenersi, quali: la liceità dell’installazione, essendo quest’ultima
consentita soltanto quando essa sia necessaria per adempiere ad obblighi di
legge e/o tutelare un legittimo interesse; la proporzionalità della video
sorveglianza rispetto ai fini perseguiti, che sussiste quando altre misure
di protezione siano insufficienti; l’informazione dei cittadini che
transitano nelle aree sorvegliate; la conservazione delle registrazioni,
che è consentita per non più di 24 ore; il divieto assoluto, infine, di
controlli a distanza dei lavoratori.

Il Garante ha tuttavia anche messo a disposizione sul suo sito Internet
(www.garanteprivacy.it) un “modello” del cartello da esporre nei locali ove
sono installate telecamere, e nel quale deve anche essere indicato chi
effettua la rilevazione delle immagini e per quali scopi.

Per quel che riguarda la farmacia, è evidente che lo scopo può essere
soltanto – in linea di massima – quello di prevenire eventuali furti o
rapine, e tale finalità, da sola, sembra soddisfare appieno le nuove regole
(specie quelle sulla liceità e la proporzionalità).

(Studio Associato)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!