Sediva News del 31 marzo 2004

decisiva l’inerenza ai fini della detraibilità dell’iva sugli acquisti di
beni o servizi.

La Corte di Cassazione ha recentemente riaffermato il principio secondo cui
l’Iva versata sugli acquisti operati dall’impresa è detraibile soltanto ove
il cespite (qui si parla naturalmente di beni strumentali) sia
effettivamente inerente all’attività esercitata, quando cioè esso sia
strettamente connesso con le finalità aziendali, e pur se l’attività non
sia nel concreto ancora iniziata.

Si tratta in sostanza delle spese per l’avvio dell’impresa, come, ad
esempio, quelle d’impianto, o inerenti all’arredamento, ecc., sostenute
dunque ancor prima di porre in essere una qualunque operazione c.d. attiva.

(Studio Associato)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!