10/02/04

Nuove regole in tema di “pronto soccorso” nelle aziende.
Dal 3/08/2004 le imprese dovranno rispettare ulteriori regole in materia di
sicurezza sul luogo di lavoro, come prevede il decreto n. 388 del 15/07/03
(in G.U. del 3/02/04).
Ed esattamente.
a) Le imprese di gruppo “A” (a rischio rilevante di incidente e con indice
infortunistico di inabilità permanente superiore a 4) dovranno:
– dotarsi di una “cassetta di pronto soccorso” contenente la dotazione
minima espressamente prevista dalla norma, e composta di 18 diversi
“elementi”, quali, ad esempio, guanti sterili monouso, flaconi di
soluzione fisiologica da 500 ml, compresse di garza sterile, teli sterili
monouso, lacci emostatici, ghiaccio pronto uso, termometro ecc. (ma anche,
attenzione, integrare opportunamente la “cassetta” sulla base dei rischi
specifici inerenti al luogo di lavoro);
– prevedere un mezzo di comunicazione idoneo per attivare rapidamente il
sistema di emergenza del Servizio Sanitario Nazionale;
– dare comunicazione alla ASL competente per la predisposizione di
eventuali interventi di emergenza.
b) Le imprese di gruppo “B” (tutte le restanti imprese o unità produttive
con più di 5 dipendenti) dovranno invece dotarsi soltanto della “cassetta
di pronto soccorso” composta dei 18 diversi “elementi” di cui sopra.
c) Le imprese di gruppo “C” (tutte le restanti imprese o unità produttive
con non più di 5 dipendenti), infine, dovranno avere un semplice “pacchetto
di medicazione” (versione ridotta della “cassetta di pronto soccorso”, e
composto di soli 14 diversi “elementi”).
In ogni caso, giova aggiungerlo, ogni azienda individuerà i lavoratori
dipendenti incaricati della “gestione” del sistema di pronto soccorso:
costoro dovranno tuttavia seguire un apposito corso di formazione tenuto da
personale medico in collaborazione con il SSN, la cui durata varierà
secondo le dimensioni della singola azienda interessata (16 ore per le
imprese di gruppo “A” e 12 ore per quelle di gruppo “B” e “C”).
In conclusione, al di là degli oneri che nel concreto potranno derivarne
alle aziende, peraltro non giganteschi, non sarà certo un male conoscere un
po’ meglio perlomeno le regole più elementari di automedicazione e/o di
pronto soccorso.

(Studio Associato)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!